La torta di mele affascina sempre, con intramontabili sapori che rievocano ricordi di famiglia, ciascuna con la propria ricetta da custodire gelosamente come il più prezioso dei tesori. La torta di mele a me ricorda la mamma. Mia mamma Maria la fa squisita e ancora oggi il profumo della torta di mele nella mia testa è lei.
Uso il cremor tartaro al posto del lievito da diversi anni, perché amo il sapore che ha, e lo trovo molto meglio del lievito. Ma se preferite il lievito classico potete sostituirlo tranquillamente!

Ingredienti

Per uno stampo di circa 25 cm

4 mele grandi
200 g di farina
1 limone
150 g di zucchero
3 uova
100 g di burro
1 bustina di Cremor Tartaro
un pizzico di sale


Preparazione

Accendere il forno a 180°. Imburrare (o rivestire di carta forno) una tortiera di diametro 25 cm circa e tenere da parte.
Grattugiare la scorza di limone e spremere il succo, quindi tenete da parte sia la scorza che il succo.
Sbucciare le mele, tagliarle in quarti e rimuovere torsolo e semi. Tagliare a spicchi da mezzo cm e inserirli in una ciotola. Irrorare con il succo di limone per evitare che le mele si anneriscano.
In una ciotola capiente versare le uova, lo zucchero e un pizzico di sale, iniziare a montarle con lo sbattitore elettrico e continuare a montarle fino ad ottenere un impasto spumoso.
Aggiungere il burro fuso (a temperatura ambiente) e la scorza di limone.
Amalgamare un cucchiaio dopo l’altro la farina e il cremor tartaro insieme.
Versare l’impasto nella tortiera, e iniziare a disporre le mele a raggiera, partendo dall’esterno verso l’interno.
Infornare a 180° per 40/50 minuti (fate la prova con lo stecchino).

La felicità non si racconta. È come una torta di mele che si mangia fino all’ultima briciola rimasta sul tavolo prima di leccare la marmellata dorata che copre le dita. Franz-Olivier Giesbert
Share: